fbpx

Richiedi un FITNESS CHECKUP

VUOI AFFIDARTI AD UN PERSONAL FITNESS COACH PER OTTENERE RISULTATI CHE DESIDERI?
RICHIEDI IL TUO FITNESS CHECKUP E STUDIEREMO UN PERCORSO DEDICATO A TE!

Qual'è il tuo obbiettivo? Risposte multiple possibili.

DimagrimentoTonificazioneCrescita muscolareAnti-agingRicomposizione corporeaRecupero post partoRimessa in forma menopausaAltro

Come mi ha conosciuto?

Canali SocialGoogleGiornali/TVPassaparola di amici

Confermo e do il consenso dopo aver letto e compreso l’informativa allegata del GDPR 2016/679

Dieta vegetariana | Nicola Sangalli

Dieta vegetariana: fa davvero dimagrire?

La dieta vegetariana, sempre più diffusa, è una particolare scelta alimentare dovuta a diverse ragioni.

È nata nell’800 da correnti religiose, sia in Oriente che in Europa, mentre oggi le motivazioni sono anche di natura ecologica, economica, politica o salutistica.

Cosa mangiano i vegetariani?

In generale, quando si parla di dieta vegetariana, si intende una dieta con esclusione di cibi di origine animale, ma occorre fare delle distinzioni. I semi-vegetariani evitano la carne rossa ma consumano pesce, pollo e tutti gli altri alimenti; i latteo-ovo-vegetariani assumono latte, latticini e uova; i latteo-vegetariani soltanto latte e latticini.

Cosa mangiano i vegani?

Molto più drastica è la scelta dei vegani, che invece non consumano alcun prodotto di origine animale, compresi miele, latte, formaggi e carni (dieta vegana).

Se condotta in maniera adeguata, con un corretto abbinamento dei vari alimenti, si può parlare di dieta vegetariana equilibrata, ma tanto più la dieta è restrittiva, tanto più difficile sarà assumere i nutrienti di cui il nostro organismo ha bisogno.

Diventare vegetariani è una scelta che va fatta con consapevolezza, bisognerà pianificare quotidianamente una corretta alimentazione, per introdurre ad esempio tutti gli aminoacidi essenziali, non presenti nelle proteine di origine vegetale.
Le principali potenziali carenze riguardano vitamine, come la vitamina B12, presente esclusivamente negli alimenti di origine animale, che deve quindi essere necessariamente integrata o assunta tramite cibi fortificati; e la vitamina D, fondamentale per la crescita e la salute delle ossa, anch’essa presente soprattutto in uova, pesce e formaggi.
Bisogna inoltre considerare che un aumento del consumo di frutta e verdura equivale ad un elevato apporto di fibra, che poiché contiene fitati, limita l’assorbimento intestinale dei minerali, come calcio, ferro e zinco. Per questo motivo è importante far attenzione ad assumere tutti i giorni cibi che costituiscono buone fonti di minerali e vitamine, ma soprattutto che siano assimilabili.

La dieta vegetariana fa dimagrire?

La dieta vegetariana può anche essere considerata dimagrante, poiché rispetto ad una dieta onnivora, ha un ridotto apporto energetico. Infatti, gli alimenti di origine vegetale, come ortaggi, cereali e frutta, hanno pochissime calorie e non contengono grassi saturi, di conseguenza sarà più facile ridurre l’introito calorico giornaliero, e creare uno sbilanciamento tale per cui si possa perdere massa grassa.

Esempio di dieta vegetariana

Colazione salata con avocado-toast e spremuta, pranzo con insalata ricca con formaggio fresco, come ricotta, e verdure di stagione accompagnata da un panino ai cereali, cena con zuppa invernale di legumi; non possono mancare gli spuntini, perfetti con frutta, sia fresca che secca, ricca di omega-3.

Erika Meroni

Biologa e Nutrizionista

Il mio punto di vista sulla dieta vegetariana

Non posso che confermare quanto scritto in questo articolo dalla Dott.ssa Erika Meroni (Biologa e Nutrizionista), sottolineando ancora una volta l’importanza di una corretta integrazione. Nell’elaborazione di un qualsiasi programma, all’alimentazione associo sempre (o quasi sempre) l’allenamento. Gli obiettivi possono essere diversi: potenziare la massa muscolare, “asciugare” e/o tonificare perciò è importante fornire al nostro corpo il giusto apporto di macronutrienti.
Fondamentali sono snack e integratori che possano sopperire alla mancanza di proteine di origine animale.
La dieta vegetariana, per quanto salutare, necessita quindi di qualche accorgimento in più.
Immaginiamo di impostare un’alimentazione ciclica (che consiste nell’alternare le quantità di carboidrati e proteine nell’arco della settimana): a seconda dello stile, della quantità e dell’intensità dell’allenamento dobbiamo metterci nella condizione di organizzare i pasti in modo corretto e senza “sgarrare”.
In questi casi, si rivela fondamentale una stretta collaborazione fra nutrizionista e personal trainer/fitness coach così da preservare la salute dell’individuo e condividere un percorso di lavoro comune.

Nicola Sangalli

Personal Trainer & Fitness Coach

Ti è piaciuto l’articolo?
Metti mi piace e vieni a trovarmi sulla mia pagina facebook 🤗

Buona Giornata
il vostro Personal Fitness Coach e Personal Trainer
Nicola Sangalli

LEGGI LE ALTRE NEWS

VUOI MIGLIORARE LA TUA FORMA FISICA
DIMAGRIRE E TONIFICARE IL TUO FISICO?



YouTube
YouTube
Instagram
Whatsapp
Infoline