fbpx

Richiedi un FITNESS CHECKUP

VUOI AFFIDARTI AD UN PERSONAL FITNESS COACH PER OTTENERE RISULTATI CHE DESIDERI?
RICHIEDI IL TUO FITNESS CHECKUP E STUDIEREMO UN PERCORSO DEDICATO A TE!

    Qual'è il tuo obbiettivo? Risposte multiple possibili.

    DimagrimentoTonificazioneCrescita muscolareAnti-agingRicomposizione corporeaRecupero post partoRimessa in forma menopausaAltro

    Come mi ha conosciuto?

    Canali SocialGoogleGiornali/TVPassaparola di amici

    Confermo e do il consenso dopo aver letto e compreso l’informativa allegata del GDPR 2016/679

    Pancia Piatta | Prima Dopo | Nicola Sangalli Personal Trainer | Personal Fitness Coach

    Come avere la pancia piatta?

    Tutti la desiderano, ma quali sono i trucchi per avere una pancia piatta e sgonfia?

    Quello del grasso addominale è un argomento trasversale che interessa in egual misura uomini e donne.
    Non a caso si tratta di uno dei temi più cercati in rete.
    Spesso non si tratta di grasso vero e proprio ma di semplice ritenzione idrica o gonfiore.

    I fattori che rendono l’addome appannato sono diversi, primo fra tutti lo stress!
    Sì, avete capito bene: orari impossibili, impegni di lavoro e mancanza di tempo da dedicare a noi stessi, sono tutti fattori di tensione che incidono anche sull’addome rendendo vani i nostri sforzi per sgonfiare la pancia.
    Pensateci: nonostante la dieta, quando per esempio passiamo un’intera giornata a discutere o dopo una notte insonne, ci guardiamo allo specchio e notiamo che il nostro addome è dilatato.
    Questo perché quando siamo stanchi, affaticati e stressati aumentano i livelli di cortisolo.
    Il cortisolo è un ormone prodotto dalle ghiandole surrenali, chiamato anche “ormone dello stress” che (semplificando) stimola il bisogno di zuccheri e favorisce gli accumuli adiposi.

    Come sgonfiare la pancia

    La pancia gonfia potrebbe essere di due tipi:

    • dura al tatto
    • morbida al tatto

    Questi, sono due indicatori importanti, utili a comprendere come agire e avere un’indicazione sui tempi utili a risolvere questo fastidio.
    Se l’addome è trattabile e quindi più morbido al tatto, la situazione dovrebbe essere abbastanza semplice da risolvere.
    Se invece si presenta duro è bene valutare uno schema di allenamento adeguato (da associare a una corretta alimentazione), che comprenda esercizi mirati utili a migliorare il problema.

    Come fare?

    In alcuni casi, la situazione è risolvibile in poco tempo, soprattutto quando non c’è sovrappeso.
    Innanzi tutto, non saltate i pasti e optate per un’alimentazione scarica nelle ore serali.
    Rilassatevi il più possibile così da conciliare il sonno e dormire almeno otto ore per notte.
    Per eliminare la pancia, diffidate dai prodotti o dagli stratagemmi strampalati pubblicizzati in televisione e su internet: i benefici e i risultati sono scarsi (o addirittura nulli) e la pancia rimane comunque gonfia.

    Come combattere il grasso addominale

    Il discorso è diverso quando ci troviamo in presenza di grasso addominale.
    Nella maggioranza dei casi, la differenza si configura in un addome gonfio e duro al tatto e un addome morbido a volte “cadente”.
    Il grasso addominale può essere di due tipologie:

    • grasso viscerale
    • grasso sottocutaneo

    Il grasso viscerale è quello più “problematico”: oltre a essere antiestetico, risulta anche molto pericoloso per la nostra salute. Grazie alle numerose ricerche scientifiche, sappiamo che se trascurato può portare a malattie metaboliche quali, tra le più comuni: ipertensione, cardiopatie o diabete mellito di tipo 2 (con tutte le complicanze del caso).
    Per agire correttamente su questo tipo di grasso, è necessario mettere a punto una strategia multidisciplinare che includa alimentazione ad hoc e allenamenti specifici (ad alta intensità) come gli HIT.

    Quando ci troviamo in presenza di grasso sottocutaneo invece, l’approccio è tendenzialmente più semplice (naturalmente dobbiamo tenere conto della quantità): alimentazione controllata e allenamento appropriato miglioreranno il vostro girovita in breve tempo.
    Inoltre, da un punto di vista metabolico e salutistico, il grasso sottocutaneo causa meno problemi del grasso viscerale.

    Come riconoscere grasso viscerale e grasso sottocutaneo.

    Oltre all’esame tattile e visivo, il riconoscimento di questi due tipi di grasso avviene attraverso test approfonditi come la Stratigrafia Muscolare o Densitometria Ossea Muscolare (valutare la densità minerale delle ossa è comunque complesso).

    Per avere un addome piatto, le tempistiche variano quindi da persona a persona: peso di partenza, composizione corporea, stile di vita e preparazione muscolare incidono sul processo di dimagrimento e definizione.
    Il trattamento dell’addome necessita di una combinazione dieta/allenamento studiata su misura, un vero e proprio percorso diverso per ogni individuo.

    Buona Giornata
    il vostro Personal Fitness Coach e Personal Trainer
    Nicola Sangalli

    LEGGI LE ALTRE NEWS

    VUOI MIGLIORARE LA TUA FORMA FISICA
    DIMAGRIRE E TONIFICARE IL TUO FISICO?